I produttori di tessuto non tessuto: chi sono

18 Aprile 2016 - 13.46.15

Quello del tessuto non tessuto è un mercato complesso, che richiede giocoforza l’intervento di diversi soggetti fra produttori, distributori, aziende che lo trasformano in semilavorato e quelle che, infine, ottengono il prodotto finito.

Se sono necessari tanti passaggi è perché per questa tipologia di prodotti le economie di scala sono essenziali e la produzione vera e propria può essere affrontata solo da poche aziende in tutto il mondo. Colossi specializzati in chimica e materiali, che producono e vendono in quantità impensabili per le esigenze, ad esempio, di un’azienda italiana di medie dimensioni.

Da loro acquistano direttamente solo alcuni distributori. Fra chi lavora all’interno della catena di distribuzione, poi, aziende come Nontex si preoccupano di trasformare il rotolo bianco e/o colorato (la Nontex a tale proposito dispone di più di 50 colori in diverse grammature sempre pronti a magazzino ) iniziale in un prodotto pronto ad essere inserito nel processo produttivo di chi otterrà, poi, il prodotto finito – sia esso un cappello con fodera in tessuto non tessuto o un divano o una borsa shopper.

Queste fasi intermedie di lavorazione possono includere operazioni come stampa, taglio, impermeabilizzazione, realizzazione di formati particolari di tessuto non tessuto e così via: uno dei vanti della nostra azienda è proprio la varietà di adattamenti che possiamo operare sul nontessuto di partenza, per rispondere a tutte le esigenze della nostra clientela.

Se però vogliamo risalire la catena del valore e sapere chi sono i primi produttori di nontessuto nel mondo, possiamo rivolgerci alla stampa specializzata.

 

Le aziende TOP e un mercato in crescita

Ci rifacciamo in questo caso ai report stilati dalla stampa specializzata di settore. Non sono ancora disponibili i report in edizione 2016, con le vendite del 2015. Così, con i dati pubblicati nel 2015, ci accontentiamo di vedere quali aziende hanno venduto più nontessuto nel 2014 nel mondo, scoprendo che tra queste ci sono :

  1. Kimberly-Clark - vendite in USD: 1,3 miliardi
  2. DuPont - vendite in USD: $1.25 miliardi
  3. Ahlstrom - vendite in USD: $1.25 miliardi

La cosa interessante è il trend fotografato in questo rapporto ma confermato anche in tutti gli articoli più recenti: il numero delle aziende che sono, nel mondo, produttrici iniziali di nonwoven sta aumentando a seguito di una maggiore domanda del mercato mondiale – incluso quello europeo.

Chissà che questa maggiore richiesta da parte del mercato non porti, prima o poi, a farci leggere anche il nome di qualche italiana nella lista delle nuove aziende che si distinguono per la produzione di nonwoven…