Il tnt che non ti aspetti: pulizia della casa

06 Ottobre 2015 - 10.11.21

mille usi del tessuto non tessutoNei nostri articoli parliamo spesso delle diverse applicazioni che può avere il tessuto non tessuto: si tratta in effetti di un materiale estremamente versatile e non stupisce che sempre più oggetti che usiamo quotidianamente in mille ambiti diversi vengano fatte con il TNT.

Una delle caratteristiche su cui insistiamo di più è sicuramente la sicurezza dal punto di vista igienico, che permette di creare molti articoli monouso ad esempio in ambito sanitario o estetico.  Non stupisce, perciò, che il tessuto non tessuto si stia imponendo anche nella pulizia della casa e cominci ad affacciarsi a nuovi usi nell'igiene personale.

 

A casa aiuta in tante situazioni che prima erano sicuramente più difficili da gestire: ad esempio per la pulizia dei materiali delicati come il parquet. Solitamente il pavimento in legno non si lava, preferendo il semplice passaggio di un panno antistatico. Periodicamente però anche il parquet andrebbe pulito, utilizzando un detersivo apposito e un panno in tessuto non tessuto. La scelta di questa tipologia di panno è fatta per evitare che pericolosi residui di acqua provochino danni permanenti che potrebbero addirittura portare il parquet a sollevarsi in alcuni punti.
Il panno da pavimento in tessuto non tessuto, se fatto con materiali di qualità, rilascia solo una minuscola pellicola d'acqua che si asciuga in tempi rapidissimi, assorbendo nel contempo anche tutte le gocce. Non scordiamoci poi che tutti i panni in tessuto non tessuto sono lavabili in lavatrice – fino a 60° - senza che per questo motivo perdano la loro capacità detergente o le preziose caratteristiche di un panno nuovo.

Le caratteristiche che lo rendono perfetto per il parquet fanno del panno in tessuto non tessuto il migliore amico delle massaie nella pulizia dei vetri di casa. Oltre alle classiche spugnette, attualmente sono in commercio dei tergivetro da casa costruiti sulla falsariga di quelli che utilizzano i professionisti. Da un lato il panno in tessuto non tessuto, dall'altro la gomma per togliere i residui di acqua dal vetro ed evitare i fastidiosi aloni. Anche in questo caso il panno, attaccato al tergivetro con un velcro, è lavabile in lavatrice a una temperatura di 60°.

Il tessuto non tessuto viene anche utilizzato in altre maniere, come per esempio i rotoli. Generalmente in casa si utilizza la carta assorbente che vediamo in televisione, ma in garage sarebbe preferibile scegliere un rotolo in tessuto non tessuto, che costa di più ma offre prestazioni sensibilmente migliori. Questi rotoli hanno dimensioni molto superiori alla classica carta assorbente da cucina, ma sono fatti di una carta sottile, dal potere assorbente molto elevato e in grado di resistere bene a solventi e diluenti.

 

Ma non c'è solo la pulizia della casa, c'è anche la pulizia personale: i classici guanti, ad esempio. Esistono in commercio delle tipologie di guanti in tessuto non tessuto che sono costituiti da materiale saponato. Basta inumidire leggermente il guanto e passarlo per pulire una persona. Generalmente questa tipologia di guanti si utilizza negli ospedali, con le persone allettate, ma è probabile che prossimamente qualcosa di simile prenda piede anche nelle case, magari pensando ai neonati.

In attesa di sapere cosa ci riserva il futuro, vi invitiamo a contattarci per capire meglio come il nontessuto può essere utilizzato all'interno delle vostre produzioni.

 

di Gabriella Poggiali